Argomenti

Chiusura della porta semplificata

Come fanno le porte esterne dei condomini o le porte d'ingresso di scuole, aziende e uffici a chiudersi subito dopo che le abbiamo attraversate? Di solito non ci pensiamo. I chiudiporta servono proprio a questo: svolgono il loro lavoro in maniera così sicura che possono salvare la vita in caso di incendio.

A cosa servono i chiudiporta?

I chiudiporta servono a chiudere le porte automaticamente.

I chiudiporta servono a chiudere le porte automaticamente. © Jürgen Pollak / GEZE GmbH

Le porte con chiusura automatica sono porte con chiudiporta. Questi chiudono automaticamente le porte che sono state aperte manualmente. L'anta della porta si accomoda nel telaio e il saliscendi della serratura scatta chiudendo la lamiera di chiusura.

Ma perché la chiusura delle porte è più importante dell'apertura? Esistono numerosi motivi a giustifica di questo aspetto: a causa delle norme di legge, per ragioni di sicurezza e igiene, per risparmiare energia o per evitare correnti d'aria.

Le chiusure automatiche porte sono vantaggiose. In alcuni casi sono obbligatorie come per esempio nel caso di porte tagliafuoco e tagliafumo, poiché devono chiudersi indipendentemente. I motivi più importanti che spingono all'utilizzo dei chiudiporta sono i seguenti:

  • Sicurezza edifici: le porte chiuse proteggono dall'accesso non autorizzato, da scassi e furti.
  • Protezione antincendio: le norme edilizie stabiliscono l'uso di porte tagliafuoco non soltanto in edifici pubblici o in parcheggi sotterranei, ma anche nelle abitazioni o nelle camere degli hotel. Il loro scopo è di impedire che i pericoli di incendio penetrino nei passaggi di pareti tagliafuoco e ignifughe. Queste chiusure di protezione antincendio devono chiudersi indipendentemente.
  • Protezione acustica: le porte chiuse proteggono dai forti rumori.
  • Clima interno / efficientamento energetico: le porte chiuse proteggono da vento e intemperie, correnti d'aria e perdite di calore.
  • Igiene: le porte chiuse proteggono dalla sporcizia. I chiudiporta effettuano la chiusura senza bisogno di essere sfiorati. Sono quindi particolarmente utili laddove è presente un'elevata probabilità di trasmissione di germi e batteri alle mani: negli ospedali e nei bagni pubblici, per esempio.
  • Sfera privata: le porte chiuse tutelano la nostra privacy.
  • Praticità: le porte dotate di chiudiporta sono pratiche e comode per chiunque, soprattutto per bambini, anziani e persone con mobilità ridotta.

Tipologie di chiusura per porta manuale

La funzione di chiusura automatica può essere svolta anche dai chiudiporta. A seconda del tipo di telaio si distingue tra chiudiporta aerei, chiudiporta integrati nell’anta e chiudiporta integrati nel pavimento.

  • Chiudiporta aerei esterni montaggio a vista su anta o su telaio: sono installati sulla parte alta dell'anta o nella zona superiore del telaio della porta. Possono essere applicati anche in retrofit. I chiudiporta aerei sono dotati di braccio a V o di braccio a slitta.
  • Chiudiporta integrati/a scomparsa (boxer): i chiudiporta integrati sono di solito completamente incorporati all’interno dell’anta e all’interno del telaio che protegge i componenti dalla sporcizia e dalle intemperie. I chiudiporta integrati sono particolarmente apprezzati dagli architetti, perché sono quasi invisibili.
  • Chiudiporta a pavimento: le singole componenti dei chiudiporta a pavimento vengono integrati all’interno del pavimento e coperti da una placca, che li rende praticamente invisibili. Oltre alla funzione di chiusura, possono anche contenere il supporto inferiore dell'anta. Per inserire la scatola all’interno del pavimento è spesso necessaria una lavorazione aggiuntiva.

Protezione antincendio: chiudiporta prescritti dalla legge

Per quanto riguarda la chiusura delle porte tagliafuoco valgono requisiti più severi rispetto alle porte che non sono destinate alla protezione antincendio. Le porte utilizzate per la protezione dal fumo o dagli incendi e quindi soggette a particolari requisiti devono chiudersi generalmente in modo automatico in caso di necessità. Questa funzione può essere svolta da chiudiporta adatti e certificati. Per le porte a due ante, per far sì che si chiuda prima l'anta passiva, seguita dall'anta attiva, è previsto un meccanismo integrato di controllo della sequenza di chiusura. Questo è l'unico modo per garantire la chiusura richiesta. I chiudiporta idraulici, certificati per porte tagliafuoco, vengono ispezionati e manutenuti ai sensi della norma DIN EN 1154.

GEZE TS 5000 ECline: chiudiporta aerei con assistenza in apertura

Protezione antincendio vs. accessibilità

Le porte manuali equipaggiate di chiudiporta sono spesso difficili da aprire perché l'apertura richiede una certa quantità di energia, che viene poi riutilizzata per la chiusura. Queste porte rappresentano un ostacolo per persone anziane e bambini e quindi non soddisfano i requisiti sull'accessibilità. La DIN 18040 è una norma chiave che definisce la costruzione senza barriere architettoniche in Germania. Questa norma stabilisce una forza massima applicabile di 47 N/m per la chiusura automatica delle porte.

Se un chiudiporta standard non è in grado di garantire un movimento di apertura sufficientemente agevole, per questo scopo possono essere utilizzate specifiche opzioni, ad esempio l'assistenza in apertura integrata o la funzione free swing.

Brochure GEZE chiudiporta con funzione free swing (PDF | 2,16 MB)


Sistemi di blocco: tenere le porte tagliafuoco in posizione di apertura

Le porte tagliafuoco vengono spesso percepite come barriere nella vita di tutti i giorni e quindi si desidera che rimangano aperte per un prolungato periodo di tempo oppure permanentemente. Le porte tagliafuoco non si devono assolutamente tenere aperte in modo meccanico (ad esempio tramite un comune fermaporta).

Entrano così in scena i sistemi di blocco. Questi dispositivi tengono aperte le porte tagliafuoco per l'uso quotidiano, ma le sbloccano immediatamente in caso di allarme cosicché i chiudiporta possano svolgere la loro funzione. I sistemi di blocco tengono quindi aperte le porte tagliafuoco, ma possono garantirne anche una chiusura sicura in caso di incendio. In situazioni normali, queste soluzioni garantiscono l'accessibilità, allo stesso tempo assicurano in qualsiasi situazione di pericolo una chiusura sicura.

Vai a GEZE sistemi di blocco

GEZE chiudiporta per tutte le applicazioni

Chiudiporta GEZE: un ampio ventaglio di applicazioni e regolazioni personalizzate. Dai chiudiporta aerei più piccoli alle varianti da utilizzare su porte tagliafuoco e tagliafumo: la gamma di chiudiporta dotati di braccio a V o braccio a slitta offre svariate possibilità di utilizzo. Il tipo di chiusura che può essere utilizzato su una porta dipende dai requisiti della stessa, dalla tipologia, dalle dimensioni, dai materiali, dalla larghezza, dal peso, e anche dal luogo in cui la porta è installata. La scelta può dipendere anche dal fatto che il chiudiporta deve essere installato sul lato interno o esterno di una porta di ingresso, in un ambiente umido o asciutto, al caldo o al freddo.

Si deve tenere conto anche del numero di persone che utilizzano la porta, delle loro circostanze personali (persone con bambini, disabili, anziani ecc.) e di altri requisiti come accessibilità e protezione antincendio. GEZE offre un servizio di consulenza ad opera dei suoi specialisti che operano in tutti questi campi, oltre al servizio di consulenza sui prodotti e l'assistenza tecnica, fornendo quindi un supporto completo ai clienti per tutta la durata di vita dei prodotti.

Vai al manuale GEZE smorzamenti porta

Porte automatiche con chiudiporta

In alternativa, la funzione di chiusura può essere svolta anche da un attuatore per porte automatiche a battente, il quale permette anche il comportamento di apertura automatico. Queste tipologie di porta completamente automatiche, con anta a battente, scorrevole o porte girevoli vengono di solito attivati da sensori che registrano il movimento delle persone nei pressi del raggio di azione della porta. È presente anche un interruttore di apertura che può essere azionato senza contatto. La porta viene attivata da un semplice gesto con le mani di fronte all'interruttore. Se occorre un’automazione di livello basico, una porta a battente può essere aperta anche tramite movimento "push & go". Per avviare il motore di apertura della porta è sufficiente una leggera spinta sull'anta.

Tutte le porte automatiche, come suggerisce il nome stesso, si richiudono in maniera autonoma. In fase di apertura e chiusura, i rilevatori di presenza prevengono il pericolo di collisione con l’utente.

Scopri di più sulle porte automatiche

GEZE Slimdrive attuatore per porte a battente con unità di blocco in aperto integrata

GEZE Slimdrive attuatore per porte a battente con unità di blocco in aperto integrata © N. Grünwald / GEZE GmbH

Chiusura delle porte tagliafuoco

Se le porte tagliafuoco vengono utilizzate come porte a battente automatiche e sono dotate di un unità di blocco in aperto integrata, sono considerate come un sistema di blocco se combinate con una centralina rilevatore fumo. I sistemi di blocco prevengono temporaneamente la chiusura automatica delle porte. In caso di allarme azionato da un rilevatore d'incendio o in caso di mancanza di corrente, la funzione di blocco viene disattivata e il chiudiporta chiude la porta. GEZE offre un'ampia gamma di dispositivi per bloccaggio in apertura e sistemi di blocco, specificamente sviluppati per l'uso in sistemi di prevenzione antincendio.

Brochure GEZE sistemi di porte a battente (PDF | 8,21 MB)

Sistema di porta scorrevole GEZE Powerdrive HT a chiusura ermetica e senza barriere architettoniche

Sistema di porta scorrevole GEZE Powerdrive HT a chiusura ermetica e senza barriere architettoniche © GEZE GmbH

Porte scorrevoli a tenuta stagna per condizioni igieniche ottimali

Nelle aree cliniche (sale operative, terapie intensive o unità di dialisi) e nelle camere bianche (sale di sterilizzazione e laboratori), le porte ermetiche devono garantire un altissimo livello di igiene e la massima tenuta stagna possibile. Per questo settore, GEZE offre soluzioni d’accesso per una chiusura ermetica con tramite le automazioni GEZE ECdrive H e Powerdrive PL-HT sistemi a porta scorrevole ermetica ha il compito di sigillare l’ambiente interno.

Vai a GEZE porte scorrevoli automatiche

Vai a GEZE porte a battente automatiche

Consulenza completa

I chiudiporta sono disponibili con diversi design: montati sul telaio con braccio a V o a slitta; integrati nell’anta o a scomparsa nel pavimento; in qualsiasi finitura e con una copertura protettiva opzionale.

Sono disponibili chiudiporta per il funzionamento manuale delle porte o per l'integrazione negli attuatori delle porte automatiche, i quali ovviamente soddisfano tutti i requisiti di legge e le norme, ad es. per la protezione antincendio e la sicurezza.

GEZE offre un servizio di consulenza esteso per aiutare i progettisti a scegliere i migliori chiudiporta per ogni specifica applicazione (tipo di edificio, flusso di persone, ubicazione della porta ecc.)

GEZE offre anche soluzioni personalizzate per chiudiporta, compresa la consulenza e lo studio della soluzione più adatta.

Supporto in varie forme

GEZE offre ai costruttori corsi di formazione specialistici sull'installazione dei chiudiporta. Inoltre esistono anche numerosi strumenti di supporto, come istruzioni di montaggio, video di installazione, schemi di cablaggio ecc.

Vai al video di installazione del TS 5000

Vai al video di installazione del Powerturn

Aiuto, consigli e trucchi

GEZE Service offre assistenza 24/7 per qualsiasi problema con i chiudiporta. I nostri operatori sono sempre disponibili ed i nostri tecnici di assistenza saranno tempestivamente sul posto. Semplici consigli e trucchi sono spesso utili per far funzionare nuovamente i chiudiporta. I FAQ e le linee guida forniscono un supporto di primo livello in caso di problemi.