Argomenti

Raffreddamento notturno automatico: ventilazione di un edificio ad efficientamento energetico

La ventilazione intensiva tramite finestre durante la notte è un metodo economico ed a risparmio energetico per raffrescare gli edifici in estate. Per il raffreddamento notturno a controllo automatico, la scelta della tecnologia per finestre più adeguata è fondamentale.

Prestazioni ridotte a causa del caldo eccessivo

In estate, gli ambienti si riscaldano molto rapidamente, soprattutto se la facciata è composta da ampie finestre vetrate.

In estate, gli ambienti si riscaldano molto rapidamente, soprattutto se la facciata è composta da ampie finestre vetrate. © GEZE GmbH

Gli uffici, le scuole e gli edifici pubblici diventano spesso troppo caldi in estate. Le persone, le attrezzature e le luci emettono costantemente calore. Inoltre, i raggi solari penetrano negli ambienti attraverso le componenti in vetro dell’edificio. Le persone cominciano a perdere la concentrazione e le loro prestazioni subiscono un calo inevitabile. L'edificio deve essere raffrescato affinché le persone al suo interno possano sentirsi a proprio agio e rimangano mentalmente produttivi, nonostante le alte temperature esterne.

Tuttavia, gli impianti climatici incrementano in modo significativo il livello di investimento, le spese di manutenzione e il consumo energetico di un edificio. Gli edifici amministrativi e gli uffici necessitano spesso di più energia per raffrescare gli ambienti in primavera e in estate rispetto a quella che serve per riscaldarli in autunno e inverno. Anche i sistemi di ventilazione locali meccanici consumano molta energia a causa del funzionamento continuo.

La ventilazione notturna aiuta a risparmiare energia

In confronto, la ventilazione naturale controllata fa risparmiare una notevole quantità di energia. Consente lo scambio d'aria tramite le naturali differenze di pressione che si creano tra almeno due aperture dell'edificio con l'esterno (ad es. finestre o porte). Un gradiente di pressione è già presente in caso di venti deboli. Quindi non è necessario utilizzare alcun ventilatore motorizzato.

Per il raffreddamento notturno, le finestre a controllo automatico convogliano il calore accumulato dalla radiazione solare nel corso della giornata verso l'esterno e favoriscono l’ingresso di aria fresca. L'aerazione alimentata assicura un confortevole clima interno grazie a una temperatura piacevole e a una buona qualità dell'aria.

Aria fresca della notte come fonte naturale di raffreddamento

L'aria fresca della notte agisce come fonte naturale di raffreddamento e questo rende il raffrescamento notturno degli ambienti non solo sostenibile ed energeticamente efficiente, ma anche naturale ed ecocompatibile.

Negli edifici di nuova generazione, questo tipo di impianto climatico è sempre più spesso abbinato all'attivazione del nucleo termico. Le tubature vengono posate nelle masse strutturali degli edifici, ad es. nei soffitti in cemento. L'acqua scorre all'interno dei tubi come fluido di raffreddamento o riscaldamento. Idealmente, questo eliminerebbe la necessità di ricorrere a impianti di climatizzazione ad altissima intensità energetica.

Movimentazione comoda delle ante tramite controllo centralizzato

Raffreddamento notturno automatico: utile per edifici pubblici

Raffreddamento notturno automatico: utile per edifici pubblici © Jürgen Pollak / GEZE GmbH

Il raffreddamento notturno automatico è particolarmente adatto per edifici pubblici, uffici, centri sportivi e scuole. In questi edifici di grandi dimensioni, la ventilazione a risparmio energetico, un clima interno salutare e il monitoraggio dello stato delle finestre sono requisiti fondamentali.

La moderna tecnologia per finestre assicura un raffreddamento notturno efficace. Garantisce che interi gruppi di finestre vengano controllati automaticamente anche quando non è presente nessuno all’interno dell’edificio. Un controllo centrale permette diversi scenari di ventilazione, ovvero si possono definire e facilmente modificare determinati periodi di ventilazione.

Raffreddamento notturno negli edifici moderni

Le moderne finestre di apertura parallela supportano il raffreddamento notturno.

Le moderne finestre di apertura parallela supportano il raffreddamento notturno.

Il raffreddamento notturno automatico può essere realizzato anche su una facciata smart in vetro dotate di finestre cosiddette ad apertura parallela. Qui, le ante delle finestre si aprono verso l'esterno in direzione parallela rispetto all’edificio, il che significa che l'aspetto estetico della facciata in vetro non viene modificato.

Al contempo, l'apertura in parallelo della finestra consente un ottimo scambio d'aria. L'aria fresca può entrare dalla sezione inferiore e allo stesso tempo l'aria calda o viziata fuoriesce dalla parte superiore. Rispetto alle finestre inclinate, le finestre di apertura parallela ottengono un tasso di scambio d'aria molto più elevato a parità di larghezza di apertura.

"Smart Building" grazie al collegamento in rete

Il controllo automatico delle finestre per la ventilazione notturna può essere integrato con il controllo degli edifici in rete, per gestire ad esempio le veneziane, le tende da sole e le persiane, come anche il riscaldamento, l'impianto di climatizzazione, l'illuminazione ed i sistemi di allarme. Se la Building Technology in questo modo reagisce automaticamente ai cambiamenti e agli influssi climatici, gli edifici diventano a tutti gli effetti "Smart ".

GEZE attuatori per finestre e controllo intelligente

I dispositivi automatici GEZE di controllo per finestre consentono il raffreddamento notturno naturale, che si tratti di aprire finestre piccole e leggere o grandi e pesanti, oppure lucernari o cupole. Questo perché gli attuatori per finestre possono essere controllati con precisione e consentono larghezze di apertura variabili per ciascuna finestra. Ciò permette di realizzare sistemi di ventilazione personalizzati in funzione delle esigenze dei clienti.

I sensori garantiscono sicurezza al 100%: i rilevatori di presenza monitorano i bordi di chiusura e prevengono gli incidenti che possono essere provocati da aperture e chiusure automatiche. I sensori pioggia e vento segnalano la presenza di un pericolo chiudendo le finestre e proteggendo la struttura da qualsiasi danno.

Tramite il modulo di interfaccia IQ box KNX, gli attuatori per finestre della serie GEZE IQ windowdrive possono essere collegati al bus per edifici KNX. Questo significa che tutte le finestre automatiche possono essere monitorate e comandate in modo centralizzato.

Requisiti per il raffreddamento notturno tramite finestre automatiche

  • Clima moderato: le temperature esterne durante la notte devono essere di molto inferiori alle temperature presenti all'interno dell'edificio per un sufficiente periodo di tempo.
  • Buona qualità dell'aria esterna: eliminazione di odori, inquinanti e polveri sottili
  • Protezione antieffrazione: le finestre possono essere controllate separatamente nelle aree accessibili senza barriere architettoniche, come al piano terra; protezione tramite grate per finestre o con costruzioni speciali (finestre di apertura parallela)
  • In caso di pioggia o vento forte: protezione strutturale contro le intemperie o chiusura automatica delle finestre aperte

Assistenza completa

GEZE supporta la progettazione e gli inviti a gare d'appalto tramite

  • consulenza di progetto
  • descrizione di capitolato per gli architetti
  • disegni CAD
  • idee per migliorare il grado di rendimento degli edifici
  • informazioni sull'utilizzo di strutture di facciate smart

Implementazione rapida e semplice dei progetti

GEZE assiste i costruttori e gli installatori con una gestione rapida e semplice dei progetti tramite

  • il software di configurazione WinCalc 2.0 per i costruttori (programma di calcolo per la tecnologia per finestre)
  • consigli sulla protezione della facciata per una facciata dall'estetica sostenibile
  • istruzioni di installazione per attuatori per finestre