A colloquio con gli esperti: sviluppo e vantaggi del nuovo F 1200+

Le soluzioni GEZE si orientano sempre in modo coerente alle necessità di architetti, progettisti, costruttori, gestori e utilizzatori. Per noi, anche durante lo sviluppo dell’attuatore di aerazione F 1200+ questo orientamento massimo al cliente è stato fondamentale. Nell’intervista, la manager prodotti Dawina Lebsanft, l’ingegnere dello sviluppo Manfred Glänzer e Konrad Specht, team leader Sviluppo Finestre, spiegano come è nato questo attuatore per finestre, ci parlano di tutte le sue funzioni e di come facilita enormemente il comando di finestre a tutta altezza, infine perché è l’attuatore ideale per un design di facciate moderno e sostenibile.

Basta uno sguardo e l’F 1200+ appare da subito per ciò che è: un dispositivo pregiato e magnifico. Quali aspetti sono stati fondamentali in fase di progettazione?

Un design eccellente. Iconic Award per questo elegante attuatore dalle forme ergonomiche

Il magnifico F 1200+ è disponibile in qualsiasi colorazione RAL e quindi può essere adattato perfettamente al profilo già presente nell'edificio.

Dawina Lebsanft: La maggior parte dei prodotti GEZE è configurata per integrarsi nell’architettura nel modo più discreto possibile. Per l’F 1200+ vale l'esatto contrario. L’attuatore è stato realizzato per fungere da elemento di comando sulla finestra dal valore estetico e, soprattutto, per essere facile, ergonomico e intuitivo da usare per gli utilizzatori. Oltre alla sua funzione di attuatore per finestre, l’F 1200+ funge anche da elemento di comando e maniglia, così da poter portare la finestra comodamente in posizione girevole, anche a mano.

Manfred Glänzer: Esattamente, ecco perché l’attuatore ha una forma ergonomica, è ricurvo in avanti e rastremato nella parte posteriore.

Konrad Specht: Anche nell’ambito della scelta dei materiali abbiamo puntato sul pregio. Inoltre, l’F 1200+ è disponibile in colori diversi, adattati al profilo della finestra o della facciata.

Quali speciali punti di forza e vantaggi presenta il nuovo F 1200+?

D.L.: Dunque, da una parte l’applicazione stessa, perché l’F 1200+ è il primo attuatore automatico di GEZE per finestre vasistas basculanti particolarmente grandi e pesanti. Ovviamente, è possibile azionare in modo assolutamente semplice, sicuro e silenzioso anche finestra standard o porte finestre piuttosto grandi, per intenderci, quelle che si trovano sui balconi delle abitazioni private. Di norma, questo nuovo attuatore per finestre è destinato a quei clienti che desiderano arredare un intero edificio, con più piani.

M.G.: Un aspetto assolutamente speciale dell’F 1200+ è la capacità di poter bloccare la rotazione della finestra, quindi di poter consentire il solo ribaltamento. In tale ambito, l’attuatore consente persino due possibilità: tramite software oppure “meccanicamente”, tramite una serratura. Si pensi, ad esempio, a un edificio pubblico; per garantire la sicurezza dell’edificio stesso e dell’utilizzabilità, le finestre non devono solamente poter essere ribaltate, ma anche aperte completamente. Se, però, arriva la ditta di pulizie, il Facility Manager oppure il custode possono abilitare la funzione di rotazione semplicemente con una chiave.

D.L.: Inoltre, l’attuatore per finestre dispone di un concept di comando intuitivo. Vuol dire che l'attuatore guida gli utilizzatori durante l'utilizzo, illuminando solamente quei tasti selezionabili in base allo stato della finestra. In questo modo si esclude, ad esempio, che la finestra ribaltata venga aperta contemporaneamente anche in posizione girevole, quindi che si sganci accidentalmente.

Sul mercato degli attuatori per finestre, il nostro indicatore di apertura è un'assoluta novità: il display LED mi indica visivamente di quanto ho aperto la mia finestra. E naturalmente viene mostra anche se la finestra è stata chiusa completamente.

Konrad Specht, team leader Sviluppo Finestre
I sensori di prossimità e di luminosità garantiscono che il tasto venga illuminato al momento giusto e con l’intensità corretta.

I sensori di prossimità e di luminosità garantiscono che il tasto venga illuminato al momento giusto e con l’intensità corretta. © GEZE GmbH

Parola chiave “Smart Building”: quali sono i vantaggi offerti dall’F 1200+ in questo contesto?

D.L: L’attuatore di aerazione può essere integrato in modo eccellente nel sistema di controllo degli edifici grazie all’IQ box KNX. Così, le finestre possono essere gestite a livello centrale. Tanto il controllo tramite Building Management Technology quanto altre notifiche di stato sono riconoscibili dal display a LED. Se l’indicazione lampeggia in celeste, allora l’attuatore viene azionato direttamente da un utilizzatore, tramite il tasto. Se l’indicazione è blu scuro, allora l’attuatore per finestre viene gestito centralmente.

K.S: L’apertura e la chiusura non emettono alcun rumore. L’F 1200+ è attualmente l’attuatore per finestre più silenzioso di GEZE, nonostante tutta la forza necessaria a movimentare finestre grandi e pesanti. Con funzionamento automatico, questo attuatore emette solo 38 decibel, quanto un bisbiglio.

D.L.: Grazie all’integrazione nella Building Management Technology, le finestre dotate dell’F 1200+ possono essere aperte e chiuse automaticamente a un determinato orario, tramite i sensori pioggia e vento. È così che i gestori degli edifici risparmiano sull’energia: immaginate che ogni mattina ci siano di nuovo 35 gradi Celsius. La notte precedente, le finestre si sono ribaltate automaticamente, rinfrescando così l’edificio con ventilazione naturale e nessuno, al mattino, dovrà più accendere l’impianto climatico.

M.G.: Dovesse mancare la corrente, allora il nostro attuatore consente anche di chiudere le finestre manualmente tramite una chiave a brugola.

L’F 1200+ supporta l’accessibilità degli edifici?

D.L.: Sì, l'aspetto dell’utilizzo della finestra in assenza di barriere è stato fondamentale durante la progettazione dell’F 1200+. È infatti possibile montare l’F 1200+ sia in verticale che in orizzontale. Ho quindi la necessaria flessibilità per posizionare l'attuatore in modo che anche le persone su sedia a rotelle possano azionarlo comodamente.

Scoprite tutti i dettagli dell’F 1200+

Come è nato il progetto di sviluppare un simile attuatore per finestre?

K.S.: Il progetto affonda le radici nella necessità reale di un nostro cliente. Già qualche anno fa, un gestore, all’interno del suo edificio, aveva equipaggiato le sue quattro o cinquemila finestre con la nostra ferramenta meccanica F 1200. Nell’ambito di una ristrutturazione completa, è nato il desiderio di poter automatizzare le finestre in qualche modo. Ovviamente abbiamo accettato la sfida, realizzando una soluzione personalizzata sulla base del nostro attuatore di bloccaggio GEZE Power lock. È questa la richiesta che ha messo tutto in moto.

Il desiderio del cliente e il progetto ci hanno poi fatto capire che dovevamo integrare la nostra gamma di prodotti. Sebbene l’F 1200 abbia goduto e goda ancora di enorme successo, il trend parla di automazione delle grandi finestre a tutta altezza. Sono questi aspetti che motivano la nascita di una soluzione motorizzata, che può essere comandata in modo confortevole, intuitivo e sicuro.

Dawina Lebsanft, Product Manager Tecnologia per finestre

Bene, è com’è andato il processo di sviluppo?

D.L.: Prima di avviare il progetto di sviluppo, noi della Gestione prodotti svolgiamo un’analisi di mercato. Poi confrontiamo i risultati con la nostra vendita internazionale. Lo stesso abbiamo fatto per l’F 1200+. Infatti, prima di tutto abbiamo bisogno di informazioni dettagliate sulla presenza o meno di una necessità, sia a livello nazionale che internazionale. I requisiti e le informazioni analizzate vengono raccolte e messe a disposizione in un capitolato d’oneri.

M.G.: Sì, questa procedura è molto importante. In questo modo si definisce esattamente tutto ciò che è in grado di fare l’F 1200+. Partendo da qui, si passa poi all’effettivo processo di sviluppo. Inizia tutto con la trasformazione dei requisiti in concetti. Ad esempio, se l’attuatore deve “comunicare” con l’utilizzatore, oppure se il comando deve funzionare in modo assolutamente intuitivo.

Guardate il video e conoscete ancora più da vicino l’F 1200+

L’F 1200+ è stato sviluppato nel rispetto delle necessità dei gruppi di utilizzatori, anche internazionali.

L’F 1200+ è stato sviluppato nel rispetto delle necessità dei gruppi di utilizzatori, anche internazionali. © Exorbitart / GEZE GmbH

I design moderni delle facciate puntano su elementi di finestre a tutta a altezza, che effondono le stanze di luce naturale e comfort massimi.

I design moderni delle facciate puntano su elementi di finestre a tutta a altezza, che effondono le stanze di luce naturale e comfort massimi. L’F 1200 è la ferramenta ideale per questi trend, poiché consente di azionare anche finestre vasistas basculanti grandi e pesanti. © Exorbitart / GEZE GmbH

Quindi nella prima fase si origina un prototipo?

K.S.: Esattamente. Tuttavia, non lo si deve immaginare come un prodotto già pronto. Come accade anche per la maggior parte dei prodotti, singoli gruppi costruttivi e componenti dell’F 1200+ sono stati prima realizzati come prototipi.

D.L.: Con questi prototipi, poi abbiamo eseguito anche degli Usability Test. In tale ambito, sono stati analizzati il comando e la percezione delle funzioni e agli utilizzatori di prova sono state poste domande corrispondenti, come ad esempio: “Sapete cosa dovete fare?” oppure “Cosa pensate della grandezza e della luminosità del display?”. I risultati dei test sono stati molto utili per l’ulteriore sviluppo. Ho trovato interessante osservare il modo in cui i tester comandavano, analizzavano e percepivano l’attuatore. Sulla base di questi feedback, abbiamo affinato il comando, fino a ottenere la gestione migliore possibile per i nostri attuatori per finestre.

M.G.: Sì, e per di più, in parte, ci siamo spinti molto oltre, ad esempio andando ad osservare il comando delle macchine automatiche del caffè. Abbiamo osservato e confrontato: quali pulsanti lampeggiano, come viene guidato l’utente, quali interazioni ci sono tra l’utilizzatore e il prodotto? Possiamo dire che i prodotti e le applicazioni più disparati ci hanno fornito gli impulsi di maggiore ispirazione.

Per quanto riguarda gli Usability Test, ci siamo spinti molto oltre e abbiamo confrontato, ad esempio: come viene guidato l’utente, quali interazioni ci sono tra l’utilizzatore e il prodotto? Possiamo dire che i prodotti e le applicazioni più disparati ci hanno fornito gli impulsi di maggiore ispirazione.

Manfred Glänzer, ingegnere dello sviluppo Tecnologia per finestre

Qual è stato quindi il percorso che ha portato dal prototipo alla produzione in serie?

K.S.: Il percorso che porta dai prototipi al prodotto pronto per la realizzazione in serie è piuttosto lungo. Prima dell’effettiva industrializzazione, l’F 1200+ è stato montato, per la prima volta, nell’ambito di quella che si chiama “Convalida del modello B”. È così che abbiamo testato a fondo che l’attuatore funzionasse su finestre vere. In questa fase, si tratta anche di soddisfare le norme riportate nel capitolato d’oneri. Nel caso dell’F 1200+ il tutto si è rivelato particolarmente impegnativo, poiché questo dispositivo doveva anche soddisfare tutte le norme internazionali affinché, con un unico prodotto, potessimo servire tutti i mercati. Ma ce l’abbiamo fatta anche da questo punto di vista.

D.L.: Sì, abbiamo sviluppato un prodotto di cui siamo molto orgogliosi... Siamo felici che l’attuatore sia perfetto per l’automazione di grandi finestre e quindi per la configurazione di facciate moderne. 

Signora Lebsanft, signor Specht, signor Glänzer: grazie mille per questa chiacchierata!

Ai dati tecnici e ai download