Restyling Aeroporto Linate: nuovo progetto d’eccellenza per GEZE Italia


L’azienda tra i leader nel campo delle aperture automatiche scelta per gli ingressi principali del nuovo scalo aeroportuale.

Anche GEZE Italia tra i protagonisti dell’opera di restyling dell’Aeroporto di Linate, la prima fase del progetto può infatti dirsi conclusa grazie alla realizzazione della nuova facciata, primo step dei lavori nello scalo che termineranno entro il 2020. Data l’importanza e la particolarità del progetto è stata affidata a GEZE Italia la responsabilità di realizzare i 32 ingressi automatici inseriti nelle bussole d’ingresso delle facciate principali sia agli arrivi che alle partenze.

Funzionalità e design minimal

L’idea dell’Arch. Pierluigi Cerri è stata quella di realizzare una porta d’accesso moderna e funzionale, improntata su precisione e semplicità: "Il mio intervento si è basato su due regole che ne definiscono la riconoscibilità: la precisione, per rapporto alla funzionalità, e la semplicità che è la misura di tutto il progetto.”

Per rispondere a queste esigenze sono stati scelte tipologie di ingresso GEZE  ECdrive con funzione BI (break-in), dotate di due ante mobili con sistema antipanico ad abbattimento. Questa soluzione garantisce infatti totale affidabilità assicurando comfort di transito e sicurezza costanti anche in contesti straordinari come quello di un aeroporto con flussi di persone continui.
Per le cromie, in linea con il concept minimal e “leggero” della nuova architettura, è stata invece scelta la verniciatura bianca RAL 9010 chedona luminosità a tutto il contesto così come il sapiente utilizzo dei materiali concorre a dare maggior respiro a tutta la struttura.



I numeri di una grande opera

Per la realizzazione della facciata ci sono voluti sei mesi e il lavoro di circa 100 persone tra dipendenti Sea e lavoratori di 20 diverse imprese impiegati per un totale di 70.000 ore di lavoro, 780 lastre compongono l’ampia parte vetrata che introduce agli ingressi mentre per la pensilina sono stati utilizzati circa 250.000 kg di travi di acciaio e 25.000 bulloni. La facciata è stata invece realizzata in corian, (circa 1.500 lastre) uno speciale materiale resistente alla luce diretta del sole in grado di mantenere il proprio colore immutato nel tempo. 

Più di 8 milioni di euro l’investimento previsto per questa prima fase, di questi ben tre sono stati utilizzati per il rinnovo della facciata. Inutile dire che progetti di questo tipo richiedono la massima qualità in ogni aspetto facendo della scelta di fornitori all’altezza un aspetto fondamentale, si tratta infatti di uno degli scali aeroportuali più importanti d’Italia che, come ha sottolineato Pietro Modiano, Presidente di Sea S.p.A. "Ha consolidato i propri volumi di traffico, confermandosi un’infrastruttura essenziale del traffico business e uno dei city airport meglio connessi in Europa con un grande centro metropolitano".

Insomma, un un progetto davvero prestigioso che ha visto un grande impiego di risorse e la collaborazione di realtà di eccellenza nel campo dell’edilizia e del design tra le quali GEZE non poteva certo mancare.