Brigitte Vöster-Alber, 50 anni alla guida di GEZE: Il coraggio e la lungimiranza di una donna alla base del successo della Compagnia


Brigitte Vöster-Alber, CEO di GEZE Gmbh, celebra quest’anno, nel mese di luglio, il suo 50° anniversario a capo della compagnia. Dal 1968 è stata alla guida di questa azienda che impiega circa 3000 persone in tutto il mondo ed è tra i leader mondiali nel campo della fornitura di porte, finestre, tecnologie per la sicurezza, porte automatiche e automazione per edifici. Brigitte Vöster-Alber ha sempre avuto lo sguardo fisso sul futuro senza mai tirarsi indietro dal prendere decisioni anche difficili ma necessarie per il bene dell’azienda, decisioni che hanno sempre dato grandi frutti come dimostrano i continui successi di GEZE.

50 anni di leadership, 50 anni di progresso
Brigitte Vöster-Alber ha rilevato GEZE quando aveva solo 24 anni, in seguito alla morte del nonno, Reinhold Vöster. Da quel momento si è impegnata ed è riuscita con successo a perfezionare la strategia aziendale, accrescere il portfolio prodotti e ampliare il business a livello internazionale. Oggi la compagnia è in continua crescita con nuovi siti produttivi in Cina, Spagna e Serbia, 31 filiali e numerosi rappresentanti commerciali in tutto il mondo. Allo stesso tempo, anche il settore ricerca e sviluppo si è espanso sotto la guida di Brigitte, nel 2017 infatti, GEZE ha investito 13 milioni di euro nella costruzione di un nuovo centro di sviluppo all’avanguardia nella sede principale nella cittadina tedesca di Leonberg. Un totale di 28,8 milioni di euro sono stati investiti qui negli ultimi anni, un chiaro impegno in direzione di una valorizzazione del sito e della qualità del Made in Germany. La compagnia ha anche continuato ad investire in filiali estere, sforzandosi sempre di raggiungere gli standard qualitativi più alti possibili arrivando oggi a essere a tutti gli effetti una realtà globale, ma sempre ben radicata nella tradizione e al 100% di proprietà famigliare.

Brigitte Vöster-Alber.
Foto: Karin Fiedler for GEZE GmbH


Il coraggio delle scelte, anche nella crisi

Durante gli ultimi 50 anni, Brigitte Vöster-Alber non ha mai evitato di prendere decisioni difficili e spesso impopolari. Una svolta decisiva a questo proposito è stata la cessione della amata, ma ormai non più redditizia, divisione “ski” negli anni ‘80. Questa scelta ha permesso però di concentrare più risorse nello sviluppo di moderne tecnologie per porte e finestre e di espandere notevolmente la divisione export. Ma apertura mentale e coraggio nell’adottare nuovi approcci si riflettono anche nei più recenti sviluppi dell’azienda: sotto la guida di Brigitte Vöster-Alber, GEZE sta ora facendo i conti con le nuove possibilità date dagli edifici “intelligenti” e connessi, seguendo i più recenti trend tecnologici come l’Internet Of Things. Infine, ma non per importanza, va notato come la compagnia sia riuscita a resistere alla crisi economica e finanziaria del 2008 sempre grazie alle capacità di Mrs Vöster. Nel 2009, nonostante si fosse nel pieno della crisi, GEZE ha infatti investito 29,6 milioni di euro in attività di sviluppo. “È possibile raggiungere grandi obiettivi e aumentare il proprio potenziale reagendo anche in periodi di crisi” questo il pensiero del CEO di GEZE.

L’impegno per la parità di genere
Quando Brigitte Vöster-Alber venne nominata CEO di GEZE era ancora molto difficile trovare donne ai vertici delle aziende: “Ho dovuto trovare la mia strada e provare ad affermarmi in un mondo di soli uomini” ha affermato Vöster-Alber. Le donne manager una volta erano viste come anomalie anche se oggi ne vediamo sempre di più ricoprire cariche importanti ma secondo Brigitte la piena parità di genere non è ancora stata raggiunta, infatti i valori tradizionali e i clichès giocano ancora un ruolo determinante nel mondo del lavoro, basti pensare al problema di molte donne che si trovano a dover scegliere tra famiglia e carriera.
Brigitte Vöster-Alber ha sempre avuto in mente queste problematiche nel condurre GEZE, non stupisce infatti che l’azienda abbia una percentuale di donne in ruoli manageriali eccezionalmente alta (circa il 30%) e cresciuta di oltre la metà negli ultimi anni. Ci sono anche molte donne tra i giovani talenti della compagnia  e il 23% degli stagisti impiegati in GEZE sono di sesso femmile.


Pioniera nella Responsabilità Sociale di Impresa
Per Brigitte Vöster-Alber, il fare impresa è sempre andato di pari passo con l’impegno nel sociale, attitudine ereditata dal nonno e assecondata al punto da essere insignita dell’Ordine di Merito della Repubblica Federale tedesca nel 2009.
Nel 2013, anno del 150° anniversario della compagnia, ha invece ricevuto la cittadinanza onoraria della città di Leonberg, riconoscimento con il quale era già stato omaggiato suo nonno, Reinhold Vöster. Nel 2016, sempre a causa del suo grande impegno sociale, la Fondazione Konrad Adenauer ha onorato Brigitte Vöster-Alber con il Social Market Economy Prize 2016. “Forza trainante tesa al conseguimento degli obiettivi del business di famiglia e promotrice dei suoi valori. Esempio eccellente di una visione imprenditoriale ampia, capace di innovazione e di farsi carico di grandi responsabilità nei confronti dei dipendenti dell’azienda, dell’intera società e dell’ambiente” così la giuria ha motivato il riconoscimento. Brigitte ha inoltre ha ricevuto la Business Medal dello stato di Baden-Württemberg nel 2016 con la quale vengono premiate le persone e le aziende che hanno reso servizi eccezionali al territorio nel campo dell’imprenditoria. Altri progetti sociali come la Fondazione Olgäle per l’aiuto ai bambini ammalati e Plan International hanno potuto contare negli anni sul supporto di Brigitte, che oltre ad essere una donna in carriera è madre di quattro figli.